Chi Siamo

Storia

La società Ticinoplast Srl nasce il 13 gennaio 1967 in Pogliano Milanese con una produzione volta da subito al settore dell’imballaggio flessibile, che si concretizza nella prima fase in sacchi e sacchetti e, successivamente, in film di polietilene mono strato e multistrato, sia per la laminazione di imballaggi flessibili multistrato, sia protettivi per laminati plastici.
Ticinoplast Srl ha dall’inizio considerato i film plastici a base di polimeri come una parte essenziale dello sviluppo della civiltà perchè usati per proteggere, difendere, avvolgere, tenere caldo, dare forma ai contenitori, sigillare e tenere unite parti di contenitori di conservazione di alimenti e prodotti diversi.

I film plastici sono quindi alla base della riduzione dei rifiuti e degli sprechi energetici se si comparano economie evolute con economie meno evolute.

Lo sviluppo della società portò l’azienda a partire dal 1992 (anno di installazione della prima macchina di coestrusione a tre strati per film poliolefinici PE e PP denominata COEX1) a concentrarsi quasi esclusivamente sui film per imballaggio flessibile.

In vent’anni il cammino di Ticinoplast ha registrato i seguenti numeri: dalle 3600 T di film PE del 1991 con 6 impianti produttivi, la società ha prodotto nel 2012 circa 11.000 T di film PE con 9 impianti produttivi .

Operando in un mercato strutturato al 100% per ordinativi su commesse che quantitativamente variano da 100 kg a 20.000 e più Kg, i clienti di Ticinoplast sono oggi geograficamente distribuiti nell’area del Mediterraneo e nel Sud Europa con una quota all’esportazione comunque in crescita ed intorno al 25% .

Sicurezza ed igiene

Ticinoplast Srl applica tutte le normative cogenti soprattutto sul contatto alimentare (DM 21/3/1973 e successivi aggiornamenti per la legislazione Italiana, 10/2011/CE e successivi aggiornamenti per la legislazione CEE e CFR 21part 177… per la legislazione USA).

Ticinoplast rispetta le procedure igieniche nell’intero processo produttivo del film per imballaggi flessibili, introdotte a seguito dell’analisi del rischio del pericolo di contaminazione secondo reg CE 2023/2006.